Salta al contenuto

Portale Istituzionale del Comune di Boscotrecase (Na)

Home arrow Vivi il Comune arrow Turismo arrow Il Vino nella tradizione Boschese
Il Vino nella tradizione Boschese
PDF Stampa E-mail

Premessa:

 

In questa terra adagiata alle pendici dell'area vulcanica, il dio Bacco fin dai tempi
più antichi, ha sempre rappresentato una figura emblematica. Oggi quella del "vino", elemento fondamentale della vita quotidiana dei "Boschesi" rappresenta un argomento di grande fascino e di portata culturale internazionale. Una storia intatta, lunga e articolata, legata ad una tradizione e a un prodotto della terra, degna di essere vantata in tutto il mondo.

 

Marco Aurelio lo paragonò, ad un maschio fecondatore che svergina le terre circostanti; affermazione del tutto veritiera che trova una sua giusta collocazione all'interno delle peculiarità uniche ed eccezionali degli stessi terreni vesuviani. Oggi infatti, i terreni vulcanici vesuviani, presentano caratteristiche simili a quelli giovani, poiché rinnovati a seguito di ogni eruzione passata. Eccezionalmente solubili e sabbiosi, e per loro natura impenetrabili da alcuni parassiti, come la temibile Fillossera (insetto microscopico che si nutre, succhiando dalle radici, la linfa indispensabile alla sopravvivenza delle viti), offrono oggi un'ottimale dimora a tutte quelle che sono le varietà autoctone del luogo.

Le viti e il Vino
Il vino vesuviano ha origini che si perdono nella notte dei tempi: i Greci, all'auge del loro impero, impiantarono sulle falde del Vesuvio, nei territori dell'allora Magna Grecia, il vitigno Amena Gemella Lindore, progenitrice di tutte le viti locali odierne e che per lo storico Columella, è da ravvisare nell'attuale Greco del Vesuvio.
Ma la storia del vino del Vesuvio, riceve una sferzata di energia nel periodo della potenza di Roma antichi dominatori del mondo che svilupparono a pieno le potenzialità vinicole della terra del Vulcano, impiantando le qualità di viti dette “Vesuvio” che daranno poi vita al mitico 'Lacrima Christi".

Storia del Vino Lacrima Christi
Il pianto di Cristo, le lacrime versate per una landa di Paradiso adagiata sulla terra degli uomini. La leggenda e la storia del vino prodotto nell'antico paese di Boscotrecase, si intrecciano a formare una materia sublime ed affascinante, in cui il sacro e profano si rimescolano e danno vita ad un racconto magico di sapore e fede, un sentiero denso di aromi e credenze, tutto giocato intorno ad un nuovo nettare degli Dei. Non a caso la leggenda, prende inizio dal momento in cui Gesù Cristo mandando via dal Paradiso 'Lucifero" re del male, si accorge di aver perso anche una delle bellezze più intriganti e ammalianti del suo regno, delineato dal Golfo di Napoli, e, vedendo ciò, scoppia in un pianto magico, che bagna l'area vulcanica Vesuviana dando vita a delle uve autoctone che prendono il nome di 'Lacrima Christi del Vesuvio".
La leggenda è di grande impatto ed è felice perché ben si sposa con l'incantevolezza dei luoghi e col gusto paradisiaco del suo vino; lo stesso Curzio Malaparte, ne 'La Pelle" invita gli amici a bere questo sacro, antico vino ricordandone l'origine ultraterrena. Oggi, questa nuova ambrosia divina è vinificata nelle versioni bianco, rosso e rosato D.O.C. (D.P.R. 13/1/83 - G.U. n. 167 del 26/06/1983).

La Valorizzazione di una tradizione
Le antiche tecniche tradizionali del territorio, che ancora oggi vengono praticate, trovano uno degli epigoni nella produzione di vini DOC ed IGT. L’eccellenza della produzione dei vini DOC “Vesuvio” e “Lacrima christi”, va a fare tutt’uno anche con la qualità dei vini IGT “Pompeiano”, nelle sue tante tipologie, tra le quali vanno ricordati i vini bianchi “Coda di volpe” e “Falangina” ed i rossi “Aglianico” e “Piedirosso”. L’eccellente qualità del prodotto è conseguenza non solo della bontà del clima e della natura vulcanica del terreno ma anche della passione dei contadini per la propria terra e della volontà di alcuni imprenditori che, utilizzando moderne tecnologie di cantina, hanno portato il nostro vino ad essere competititivo con le migliori produzioni nazionali.

 

 

Aziende vinicole presenti:

AZIENDA VINICOLA SORRENTINO
VIA CASCIELLO, 5
80042 BOSCOTRECASE – NA – Italy
Tel/Fax 0039/81 8584963
www.aziendavinicolasorrentino.it

 

CANTINE RUSSO 1951
PRODUTTORI VINI DEL VESUVIO
Via Balzano, 8
BOSCOTRECASE - NAPOLI -
Tel. 081/8581010
www.cantinerusso.it

 

 

 
< Prec.

Il Quotidiano della PA